Daniel Fontana sabato in gara ad Ironman North American Championship


A sole 27 miglia a nord di Houston, The Woodlands ospiterà sabato l’Ironman North American Championship, con una starting list fitta dei più grandi nomi in circolazione. Daniel Fontana ha scelto questa gara per cercare di guadagnare gli ultimi punti necessari alla qualifica per la finalissima di Kona del prossimo ottobre.

Con la vittoria ad Ironman Taiwan infatti, Daniel ha già messo una grande ipoteca sulla qualificazione mondiale, ma i severi regolamenti di circuito fanno si che una singola vittoria, come quella taiwanese, non basti a guadagnarsi lo score necessario.

La gara prenderà il via nel bacino del Lake Woodlands, con un nuoto che non dovrebbe presentare particolari difficoltà, ma che sarà sicuramente condotto a ritmi molto alti. La frazione ciclistica prevede due giri in andata e ritorno e porterà gli atleti lungo un percorso spettacolare ed estremamente piatto. I 42 km di corsa sono disegnati interamente all’interno del Woodlands e si concludono con una galoppata finale spettacolare sul Waterway Ave.

La starting list parla chiaro e nessuno farà un passo indietro. I tre americani Matt Hanson, Jordan Rapp e Matthew Russel sono gli atleti accreditati di migliore rank, ma dietro di loro le presenze si sprecano. Ronnie Schildknecht, Paul Ambrose, Tyler Butterfield, Bas Diederen, Chri McDonald, Andrew Starykowicz, David Plese, Harry Wiltshire, Paul Matthews, Matic Modic e Will Clarke sono solo alcuni degli strepitosi nomi che saranno schierati sulla starting line sabato mattina alle 6.25 AM locali (12.25 italiane).

Dall’Italia sarà possibile seguire la gara in streaming su Ironman Live Coverage
Daniel sarà in gara con il pettorale numero 19.

Parola di Daniel:

‘Ho scelto di gareggiare quì in Texas perché un piccolo infortunio mi ha impedito di essere al via il mese scorso in Sud Africa. Scegliere di gareggiare in una delle prove di Campionato permette di poter avere l’occasione di guadagnare punteggi più alti, ma implica ovviamente starting list molto più difficili. Qui in Texas i nomi non si sprecano e si annuncia una gara veramente molto combattuta. Il clima è molto ostico, con temperature altissime e soprattutto un’elevata percentuale di umidità. questo renderà la gara ancora più dura, ma spero che possa essere ancora una volta un punto a mio vantaggio. Negli anni ho imparato a subire meno di altri avversari queste condizioni meteo e quindi a sfruttare a mio vantaggio i rimescolamenti di classifica. Sono quì per fare bene e per cercare di mettere un punto fermo sulla qualificazione al Mondiale, così da poter proseguire la preparazione con meno scadenze e più possibilità di programmare. La partita in gioco è veramente difficile, ma non sarò io certo il primo a tirarmi indietro’.

Written by

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *